FANDOM


ATTENZIONE!!! Allerta Spoiler! Questa pagina contiene molti Spoiler sulla Storia Principale e le teorie scritte non sono del tutto accertate.

La Lore è la Storia avvenuta prima degli eventi attuali del gioco Hollow Knight.

La storia di Nidosacro viene raccontata attraverso i dialoghi degli NPC e grazie a delle cosiddette Tavole della lore, antichi manufatti con incisi pezzi di storia antica.

Storia Modifica

Un tempo, la divinità falena della luce, Lo Splendore, creò l'intero regno sotterraneo di Nidosacro e tutti gli insetti. La tribù delle Falene venerò Lo Splendore e tutti gli altri insetti fecero lo stesso. Ma un giorno arrivò un essere superiore, la reincarnazione dell'antico Uroverme, una bestia antica: il Re Pallido. Egli distrusse il culto dello Splendore e dimostrò di essere il vero dio di Nidosacro, lanciando un miracolo su tutto il luogo. Gli insetti ricevettero una cosa che Lo Splendore non aveva donato loro: l'intelligenza. Così il Re diventò il nuovo regnante e dio di Nidosacro. Ma il Re avvertì gli insetti: se fossero usciti da Nidosacro, sarebbero usciti dal raggio d'azione della sua magia, tornando degli istintivi bruti. Il Re, poi, conobbe un altro essere superiore come lui: la Dama Bianca. La sposò e fece costruire la loro reggia in mezzo a Nidosacro: il Palazzo Bianco. Creò strade, stazioni e sistemi per far progredire il regno. Infine si circondò da una corte di servi devoti e scelse cinque cavalieri per difendere l'intero regno: Drya, Isma, Ze'emer, Ogrim ed Hegemol. Ma il Re non aveva calcolato una cosa. Lo Splendore si sentiva tradita dagli insetti per aver accolto come nuovo dio un essere come il Re Pallido. Allora, scatenò la sua furia tramite una malattia luminosa: L'Infezione. L'Infezione si liberò tramite i sogni degli insetti, la cui mente regrediva anche restando a Nidosacro. Ma era peggio di quanto sembrasse. L'Infezione non provocava solo la regressione mentale a bruti guidati dall'istinto, ma addirittura a zombi privi di volontà, con forza fisica potenziata e menti capaci solo di comprendere due cose: venera la luce e distruggi ciò che non è infetto. Ma il peggio era che gli insetti si facevano infettare volontariamente, grazie alle false promesse di forza e potere che L'Infezione donava, come il quarto Signore delle Mantidi che si ribellò contro le sue sorelle, le altre tre Signore delle Mantidi, le quali lo odiarono a morte per questo e lo etichettarono come Signore Traditore, un rinnegato che creò una propria tribù di Mantidi infette e traditrici che si stabilirono nei Giardini della Regina. Guerrieri e innocenti non infetti morirono numerosi. Il Re non poteva e non voleva continuare a guardare mentre una calamità si scatenava sul regno che aveva creato. Così il Re mise al sicuro la Regina, in un luogo segreto, nascosto nei Giardini della Regina e la fece scortare da Drya. Intanto il Re studiò un modo per difendere il regno. Il Maestro delle Anime, mago studioso dell'anima, diceva che usare la forza che anima i corpi nascondeva la cura all'Infezione, ma il Re rifiutò i suoi metodi e il Maestro delle Anime attribuì la colpa alla gelosia del Re, continuando da solo, finendo però per impazzire a causa dell'abuso di anime manipolate e i suoi servi fecero la stessa fine. Ma il Re scoprì un modo per distruggere L'Infezione: il Vuoto, una sostanza capace di assumere qualsiasi forma e consistenza, composta da oscurità allo stato puro. Il Re allora cercò il Vuoto nell'Abisso, luogo profondo dove c'era Vuoto a volontà e fantasmi composti da esso. Il Re generò con il Vuoto delle creature oscure a quattro braccia e le vestì con armature bianche per farli lavorare come guardie. Gli esperimenti falliti come Il Collezionista vennero rinchiusi in luoghi sigillati come la Torre dell'Amore. Ma il Re voleva una cosa del tutto diversa: il Ricettacolo Puro, un potente cavaliere composto da Vuoto, incapace di pensare o provare emozioni che avrebbe assorbito come un buco nero tutta L'Infezione e avrebbe sigillato la pestilenza dentro di sé. Ma tutti i Ricettacoli costruiti erano imperfetti, vivi, troppo vivi e pensanti e non avrebbero potuto contenere senza effetti collaterali tutta la malattia. Molti Ricettacoli provarono a contenere L'Infezione, ma non sopravvivevano a lungo senza diventare zombi o morire, come il Ricettacolo Spezzato. Ma un giorno il Re costruì un Ricettacolo Puro, perfetto, vivo ma non pensante. Il Re utilizzò il Ricettacolo e ci trasmise dentro L'Infezione. Il piano funzionò alla perfezione e il Re vide finalmente sicuro il proprio regno. Dopo il processo il Re denominò Il Ricettacolo infetto come Il Cavaliere Vacuo . Ma restava un problema: Cosa fare con Il Cavaliere Vacuo? L'unica soluzione era di rinchiudere per sempre Il Cavaliere Vacuo in un luogo sigillato. Allora si pensò all'antico Tempio dell'Uovo Nero, ma era necessaria una cosa: per sigillare la porta del tempio servivano tre sigilli dormienti: tre Sognatori, degli esseri viventi che si sarebbero sacrificati per tenere chiuso il tempio, dormendo per sempre. Il Re chiese aiuto a tre insetti dotati di poteri magici: Monomon l'Erudita, la capo-scienziata delle ricerche a Nidosacro, Lurien il Guardiano, custode di Nidosacro ed Herrah la Bestia, antica entità nascosta nelle profondità di Nidoscuro. I primi due accettarono: Monomon si ibernò in una vasca con l'aiuto del suo allievo e assistente, Quirrel (il quale perse la memoria per qualche motivo sconosciuto) e mise a guardia di sé stessa la sua bestia: Uumuu, la medusa gigante. Lurien si nascose nella sua torre, custodito dal suo fedele servo e dai suoi guardiani d'elìte: i Cavalieri Guardiani. Ma Herrah voleva qualcosa in cambio di tale sacrificio, un desiderio nascosto nel cuore di ogni creatura: un figlio. Il Re accettò e si accoppiò con Herrah. Poi, con l'aiuto della Dama Bianca e di Vespa, Regina dell'Alveare, un regno indipendente interno a Nidosacro, il Re donò una figlia ad Herrah, la Figlia Generata: Hornet. Herrah allora, con il suo più grande desiderio esaudito, accettò di diventare una Sognatrice per l'eternità. Con tre Sognatori, il tempio venne sigillato e diviso dal resto del mondo. Ma era successa una cosa inaspettata. Rinchiuso da solo nel tempio e con L'Infezione dentro, Il Cavaliere Vacuo, incatenato in un bozzolo al centro del tempio, iniziò a maturare un pensiero, forse di libertà. Iniziando a provare pensieri ed emozioni, Il Cavaliere Vacuo divenne imperfetto, e tramite i suoi pensieri, L'Infezione si fuse con essi e scappò dal controllo dei Sognatori, tornando a infestare Nidosacro. Le cose non andavano bene: il Re morì, il Palazzo Bianco scomparve tra le proprie rovine e i Cinque Cavalieri morirono o se ne persero le tracce: Drya morì, difendendo la Regina da un attacco delle Mantidi Traditrici. Isma, morendo si fuse con un albero. Ze'emer si ritirò a vita privata, pensando alla sua amata, la Figlia dei Traditori. Ogrim restò da solo a fare da guardia alle Idrovie Reali, pensando ai bei tempi e sperando di tornarci. Infine Hegemol se ne andò e sparì, l'armatura rubata da un Baco per difendere i suoi simili. Gli infetti stavano tornando. Ma in mezzo ad un nuovo caos, in un regno morente, arrivò un viandante...